Don Nuvola e i minorenni di Palermo,intercettazione telefonata

Pubblicato il 24 Luglio 2013 da franca.
Categorie: CRONACA, pedofilia, Società.

Padre Nuvola faceva i paragoni con un funerale: “Quando io vado al cimitero a fare le sostituzioni, sai quanto mi danno per un funerale? (dalle intercettazioni telefoniche) – Arrestato don Aldo Nuvola, ex parroco di Regina Pacis ed ex insegnate di religione del liceo Umberto di Palermo – Poco più di un anno fa, il sacerdote, era stato condannato per avere offerto soldi a un diciassettenne in cambio di una prestazione sessuale. Oggi, è stato nuovamente fermato con la medesima accusa. Il sacerdote avrebbe adescato un altro minorenne, ricompensandolo con del denaro.

Il provvedimento di fermo  nei confronti di Aldo  Nuvola  è stato emesso nel corso delle indagini per l’omicidio  di Massimo Pandolfo, avvenuto lo scorso 24 aprile a Palermo. Un  delitto efferato commesso da un sedicenne che sarebbe stato  coinvolto in un giro di prostituzione minorile.     Secondo le indagini proprio don Aldo  Nuvola sarebbe stato tra i più assidui frequentatori del  sedicenne. Il sacerdote, lo scorso anno, era stato condannato in primo  grado per «molestia o disturbo alle persone», per aver tentato  ripetuti approcci sessuali nei confronti di un giovane di 17  anni, e per «atti osceni»: era stato trovato a bordo della propria auto in atteggiamenti intimi. I ragazzi scelti dal prete generalmente provengono da  ambienti degradati di Palermo, adolescenti soliti trascorrere le nottate fuori casa. Secondo le indagini il sacerdote  pianificava giornalmente appuntamenti con i «suoi» ragazzi per  consumare rapporti sia nella propria auto che a casa.  Il parroco si trova rinchiuso  nel carcere Pagliarelli.

Una telefonata di sei minuti fatta subito dopo l’omicidio di Massimo Pandolfo, l’imprenditore ucciso a Palermo, è il pesante indizio che fa sospettare gli inquirenti su un eventuale ruolo di Nuvola nel delitto. La chiamata risulta dai tabulati del cellulare del diciassettenne arrestato. Il ragazzino e Nuvola si sarebbero sentiti circa 16 minuti dopo l’omicidio, dato che fa sospettare i magistrati che il sacerdote possa avere aiutato l’assassino nelle fasi successive al delitto. A confessare i suoi rapporti con Nuvola è stato il minorenne che avrebbe raccontato ai pm di essersi confidato con lui e di avergli raccontato di quanto era accaduto. Il ragazzo, secondo quanto accertato, era in uno stato di soggezione psicologica rispetto al prete. Padre Nuvola sarà interrogato domani alle 10 in carcere dal pm Geri Ferrara. (Fonte: gds.it)

Ecco di seguito parte di uno di questi dialoghi intercettati. Chi parla è proprio don Aldo Nuvola.

Tu non sei frocio… tu non sei frocio… gay si nasce si nasce, non si diventa quindi tu non lo sei… però se tu ti convinci con il tempo, io non dico subito, con il tempo… con il tempo… di potere essere veramente mio amico… io parola d’onore… giuro non lo posso dire perchè il Vangelo dice di non giurare… non lo posso dire giuro… parola d’onore, promessa mia, che io non vedo più a nessuno… tu in giro non mi vedi più… io non ne spreco più benzina… perchè se io ho te e ho uno solo bello sistemato, noi due possiamo avere… tu puoi avere… tu puoi avere la tua sicurezza che ogni 15 giorni… perchè poi… io non ti rompo le palle… ogni 15 giorni.. ogni due settimane massimo… per due volte al mese, o una volta al mese, io ti faccio un bello regalo… bello sistemato… che tu mi puoi dire: “minchia Aldo, però cè… sai c’è un momento…”… va bene, ti do pure 50 euro… 50… però, minchia, mi devi fare rilassare… ci dobbiamo veramente divertire… e per divertirmi io, ti ho detto, due cose ci tengo troppo… leccare il culo a te e il bacio… minchia, quello ci tengo troppo… assai ci tengo… io devo sentire la lingua… purtroppo sono… in questo sono animale…

“Il gigolò che gli sembra che le persone sono tutte Berlusconi che gli danno 1.000 euro e 500 euro per una “marchetta” e vuole fare il “marchettaro” con la “campata” che gli altri, scusami l’espressione, con una “s…..” semplice e via gli devono dare 100 euro (…) ma tu lo sai quanto quanto mi danno a me per un funerale?”.


Padre Nuvola faceva i paragoni con un funerale: “Quando io vado al cimitero a fare le sostituzioni, sai quanto mi danno per un funerale? Un funerale dura un’ora, la predica, tutto sistemato, piripì, piripì. E sai quanto mi danno? Spara quanto mi danno, io sono laureato, ho due lauree? La chiesa, il cimitero si prende 50 euro dall’impresa, la chiesa, Sant’Orsola, sai a me quanto mi dà per un funerale? Al celebrante, la persona più importante, quello che fa il funerale, dà 25 euro”. (Fonte: blogsicilia.it)

//www.impresentabili.it/news-don-nuvola-e-i-minorenni-di-palermo/#sthash.Cgh6Oorn.i6Y0Rpzf.dpuf

 

ABUSò DELLA NIPOTINA NONNA CONDANNATA A 6 ANNI

Pubblicato il 4 Luglio 2013 da franca.
Categorie: CRONACA, pedofilia, Società.

UNA DONNA DI 62 ANNI DI ROMA E STATA CONDANNATA PER PEDOFILIA A 6 ANNI ,ERA ACCUSATA DI AVER ABUSATO DELLA NIPOTINA DI 3 ANNI lasciatale in custodia in occasione del Natale del 2007. La nonna è stata dichiarata legalmente interdetta per il periodo di espiazione della pena e in perpetuo dai pubblici uffici e da qualsiasi ufficio attinente alla tutela e alla curatela. Non solo; dovrà anche risarcire i genitori della bambina, che si sono costituiti parte civile con l’avvocato Antonio Cardamone.


CONTINUA A LEGGERE

http://www.ilmessaggero.it/roma/pedofilia_nonna_nipotina_abusi/notizie/299428.shtml